fbpx
giovedì, 8 Dicembre 2022
HomeCommunityDante e le stelle: l'astronomia in scena al Planetario

Dante e le stelle: l’astronomia in scena al Planetario

Il Planetario di Caserta celebra giovedì 8 settembre la ricorrenza del 700° anniversario della morte di Dante Alighieri (13-14 settembre 1321) con un evento culturale speciale. Lo spettacolo è inserito nel programma di eventi promosso dall’ITS “Buonarroti” / Museo “Michelangelo” che gode (unico in provincia di Caserta) del patrocinio del Comitato Nazionale per le celebrazioni.
Astronomia al tempo di Dante mercoledì 8 settembre 2021, ore 21

Le immagini del Medioevo (da dipinti e miniature), le musiche dell’epoca e soprattutto le parole di Dante (dal Convivio, da Vita Nuova e Commedia) guideranno ad esplorare molti fenomeni celesti, oggi sconosciuti ai più (anche ai cosiddetti “uomini di cultura”) ma all’epoca patrimonio condiviso della civiltà italiana ed europea.

Lo spettacolo sarà anche occasione per scoprire che nel Medioevo le conoscenze astronomiche fossero tutt’altro che arretrate. E che la cultura scientifica (anche nell’Alto Medioevo) non dimenticò le grandi conquiste di conoscenza della natura sviluppate nell’Antichità, anzi le valorizzò grazie alle innovazioni introdotte dagli Arabi.

Dalle 20.30 sarà anche possibile partecipare alla visita guidata tematica agli strumenti di misura del Medioevo, esposti in copia nel percorso museale (la visita è inclusa nel prezzo del biglietto!):
http://www.planetariodicaserta.it/percorso-museale/
Info, biglietti e prenotazione obbligatoria:
http://www.planetariodicaserta.it/calendario-spettacoli/
Per l’occasione, biglietto ridotto per tutti [5€].
dettagli sullo spettacolo:http://www.planetariodicaserta.it/wp-content/uploads/astronomia_dante.pdf
Leggere con attenzione le regole di sicurezza imposte dalle norme vigenti.http://www.planetariodicaserta.it/disposizioni-di-sicurezza/
Il pubblico potrà essere ammesso solo presentando la certificazione COVID19 (greenpass).

da non perdere

CHI SALE E CHI SCENDE: Vigliotta, Surdi, Battarra, Napoletano, il Servizio...

Chi sale e chi scende. A Caserta e nel suo territorio, la cui governance viene da troppi criticata più sui social e al tavolino...