fbpx
giovedì, 8 Dicembre 2022
HomeCommunityIl calcio per cambiare il mondo? Il Napoli nel libro di Valter...

Il calcio per cambiare il mondo? Il Napoli nel libro di Valter De Maggio

L’attività sportiva è una risorsa educativa importante per le nuove generazioni. Dalla disciplina per le sane abitudini alla formazione, dall’aggregazione alla condivisione, dall’integrazione all’inclusione sociale. Lo sport è alla base del benessere psicofisico e della prevenzione e grazie ad un circolo virtuoso contribuisce alla tutela dell’ambiente e della sostenibilità.

Eppure sembra che il divario tra lo sport e i giovani vada ampliandosi. Il pallone attira sempre meno i più piccoli; l’Italia, squadra in effetti senza troppi rincalzi, fallisce per la seconda volta la qualificazione ai Mondiali, per di più i numeri dicono che neanche un italiano su tre pratica sport, solo il 27 % della popolazione maggiorenne. Più della metà degli sportivi attivi ha almeno 45 anni. Emerge da tutto questo che i giovani fanno sempre meno sport, e sono una quota sempre più piccola anche tra gli appassionati che lo seguono dal vivo o sui media (solo l’8% è nella fascia 18/24 anni).

E gli atleti, beniamini del grande pubblico, sono sempre più testimonial oggi di importanti campagne di comunicazione rivolte al sociale. Lo sport diventa uno strumento di comunicazione importante per provare a cambiare qualcosa nel mondo: #NoToRacism; #NoWar. La SSC Napoli, con la partecipazione dei suoi giocatori, ha dedicato calendario 2022 alla lotta contro i cambiamenti climatici a salvaguardia del Pianeta.

Se ne parlerà a #Calcio #Passione #Cultura – Uno strumento per cambiare il mondo?Lo sport come valore educativo: formazione, aggregazione, integrazione e prevenzione, lunedì 16 maggio, alle ore 16:00
alla Città della Scienza
.
L’iniziativa intende sottolineare l’importanza dello sport come risorsa educativa:  eppure dati recenti attestano che i giovani praticano sempre meno attività fisica e per di più seguono meno sport e calcio dal vivo o sui media.
Cosa fare per determinare una inversione di tendenza? Ne discuteranno Valter De Maggio, Maurizio de Giovanni, Paolo Ascierto, Bruno Siciliano, Daniele Decibel Bellini, oltre ai due ex giocatori Francesco Montervino ed Emanuele Calaiò. Modererà la giornalista Annamaria Chiariello. Saluti istituzionali del presidente di Città della Scienza, Riccardo Villari. 

da non perdere

CHI SALE E CHI SCENDE: Vigliotta, Surdi, Battarra, Napoletano, il Servizio...

Chi sale e chi scende. A Caserta e nel suo territorio, la cui governance viene da troppi criticata più sui social e al tavolino...