fbpx
giovedì, 8 Dicembre 2022
HomeCommunityCHI SALE E CHI SCENDE: Franco Schiano, Franco Tontoli, Adele Vairo, Pagine...

CHI SALE E CHI SCENDE: Franco Schiano, Franco Tontoli, Adele Vairo, Pagine Esteri, Michele Giorgio, Daniela Volpecina, Carmela Mucherino, Caserta cafona, la Protezione Civile del Comune, Francesco Brancaccio…

Chi sale e chi scende. A Caserta e nel suo territorio, la cui governance viene da troppi criticata più sui social e al tavolino del bar che con azioni concrete.

CHI SALE: FRANCO SCHIANO. Merito a Franco Tontoli che sul Mattino lancia l’idea proposta da Schiano, uomo di cultura, teatro e musica. Preferire il presepe a costose luci sarebbe un’ottima scelta per i commercianti. Vedremo cosa accadrà, ma già alcuni bar sparano cascate led. Difficile anche che Schiano diventi consulente comunale per l’efficientamento energetico. E cos’è? Qualcosa che si mangia?

CHI SALE: ADELE VAIRO. La dirigente scolastica ci ha messo un niente per riprendersi la scena culturale cittadina, con ospiti prestigiosi e incontri a raffica. Più appuntamenti di interesse in una settimana al liceo Manzoni che nel calendario di un qualsiasi assessorato alla Cultura. Più allettanti, per ogni straccio di policy culturale pubblica, i famosi “progetti”. Sempre più utili a cantare messa erogando consulenze a go go.

CHI SALE: PAGINE ESTERI. Il progetto di Michele Giorgio nato dalla casertana Spring Edizioni continua il suo lavoro per diffondere culture lontane e diverse. E mai come ora indispensabili. Su pagineesteri.it la lunga e bella storia di Youssef, un 15enne egiziano che vive a Caserta grazie al Cidis, raccontata da Daniela Volpecina. Il giornalismo casertano non è solo il racconto di buche stradali e progetti europei andati a male.

CHI SCENDE: CARMELA MUCHERINO. Dal giugno scorso l’ingegnera idraulica santilliana fatta entrare da Carlo Marino in Giunta non trova il tempo di rispondere al consigliere Maurizio Del Rosso sui volumi della raccolta differenziata. Brutta bestia, il pressing quotidiano indispensabile per levare Caserta dalle secche di numeri troppo bassi. Deficitaria anche la pulizia delle strade.

CHI SCENDE: CASERTA CAFONA. I vigili urbani sono pochi e in altre faccende affaccendati ma non si finisce mai di imprecare, gli uni contro gli altri, per gli originalissimi modi di guidare e di parcheggiare. L’ultimo trend è l’auto in doppia e tripla fila a corredo dei mille gazebo cittadini. Caserta è cafona nel profondo. Carro attrezzi? Ci vorrebbe il bazooka.

CHI SCENDE: LA PROTEZIONE CIVILE. Durata poco la favola bella del socialista Francesco Brancaccio sempre in posa sui media. Finisce su Cronache di Caserta la scandalosa querelle della Polizia Municipale con il desaparecido, responsabile di un Nucleo sulla carta custode di delicatissime esigenze. E anche in una nota formale sulle scrivanie del sindaco, dell’assessore Marzo e del dirigente Natale. Lo cacceranno?

Segnalateci persone e altro da far salire o scendere.
Scriveteci a info@casertaquattropunt
ozero.it

da non perdere

CHI SALE E CHI SCENDE: Vigliotta, Surdi, Battarra, Napoletano, il Servizio...

Chi sale e chi scende. A Caserta e nel suo territorio, la cui governance viene da troppi criticata più sui social e al tavolino...